www.bernagozzi.net

Studiare i flussi di falda con Modflow

VIDEOCORSO GRATUITO

Richiesto accreditamento APC
Gabriele Bernagozzi
Ph.D Geol. G. Bernagozzi

Filtrazione verso un pozzo completo alimentato lateralmente in condizioni freatiche

Pozzo freatico, schema bidimensionale

Fig. 1 - Schema di filtrazione verso un pozzo freatico alimentato lateralmente in regime stazionario.

Il modello di riferimento per il pozzo freatico è simile a quello presentato per il caso del {pozzo artesiano}, con la differenza che l'acquifero che alimenta il pozzo non è confinato superiormente. Anche in questo caso è presente una condizione al contorno a carico idraulico costante costituita da un canale circolare in cui il livello dell'acqua è mantenuto sempre alla medesima quota.
Visto che il moto avviene in condizioni freatiche, per consentire uno sviluppo più semplice dei calcoli si assumono valide le condizioni semplificative di {Dupuit-Forchheimer}.
Facendo riferimento alla figura 1, indicando con rw e L rispettivamente il raggio del pozzo freatico e il raggio del bordo interno del canale, ad una distanza r dall'asse del pozzo compresa fra

eq 701

l'area di filtrazione risulta

Area di filtrazione alla distanza r da un pozzo freatico

Considerando che per le assunzioni di Dupuit-Forchheimer in corrispondenza di una verticale distante r dall'asse del pozzo freatico si può assumere un {gradiente idraulico}

eq 703

si può calcolare la portata di filtrazione Q con la formula

Equazione per il calcolo della filtrazione verso un pozzo freatico

che conduce a

eq 705

Integrando si ottiene

eq 706

dove C indica la costante di integrazione.
Considerando che per r = rw si ha h = h2 e che per r = L si ha h = h1 si ottiene l'equazione

Relazione fra portate e abbassamenti in un pozzo freatico

che consente di calcolare la portata del pozzo freatico note le condizioni al contorno e l'abbassamento (h1 - h2) che si verifica in seguito al pompaggio.
Analogamente al caso illustrato per il {pozzo artesiano}, utilizzando il concetto di {raggio di influenza} si può estendere questa formula al problema del pozzo isolato. In questo caso la portata è calcolabile con la formula

Relazione fra portate e abbassamenti per un pozzo freatico isolato   Calcola automaticamente

dove H0 e R rappresentano rispettivamente il {carico idraulico} in condizioni indisturbate e il raggio di influenza del pozzo.
Sostituendo al posto di h2 e di rw le variabili h e r, è possibile individuare il carico idraulico ad una qualunque distanza r dall'asse del pozzo e ricostruire per punti l'andamento della piezometrica. In questo caso però il profilo piezometrico non è reale, ma è il profilo che soddisfa le condizioni semplificative di Dupuit-Forchheimer utilizzate per lo sviluppo dei calcoli. La superficie piezometrica reale potrebbe infatti trovarsi ad una quota più elevata di quella calcolata e questa differenza tende ad aumentare avvicinandosi all'asse del pozzo.
Nel caso del pozzo freatico non è possibile disegnare una rete di flusso. In corrispondenza del piano verticale il disegno non è possibile per quanto esposto per il caso del pozzo artesiano e in corrispondenza del piano orizzontale il disegno non è possibile per via della componente di filtrazione diretta in senso verticale. Il caso del pozzo freatico è quindi un caso di moto di filtrazione tridimensionale che può essere risolto analiticamente in modo bidimensionale utilizzando le assunzioni semplificative di Dupuit-Forchheimer, ma che non è possibile visualizzare mediante la tecnica della rete di flusso.

Se hai qualche dubbio, domanda, osservazione da fare, relativa alla scheda tecnica, non esitare a contattarmi, via Skype (chat o voce), tramite il pulsante sottostante.

Il mio stato  Gabriele Bernagozzi

Autore: G. Bernagozzi
www.bernagozzi.net