www.bernagozzi.net

Studiare i flussi di falda con Modflow

VIDEOCORSO GRATUITO

Richiesto accreditamento APC
Gabriele Bernagozzi
Ph.D Geol. G. Bernagozzi

Permeabilità indicativa di terreni catalogati con metodo USCS

In questa pagina di approfondimento viene riportato il procedimento che ha generato il grafico di figura 2 nella scheda {valori orientativi del coefficiente di permeabilità}.
Questo grafico riporta i valori indicativi massimi e minimi di permeabilità per i terreni classificati mediante metodo USCS

Procedimento seguito per ricavare il grafico

Per tentare di ricavare un valore medio di permeabilità per i terreni classificati mediante metodo USCS sono stati esaminati i dati riportati in [235, 468, 462, 481, 504 e 307].
I vari autori, sulla base di esperienze personali e sulla base di ricerche bibliografiche, hanno riportato per i vari tipi di terreni dei valori indicativi massimi e minimi di permeabilità e queste informazioni sono state rappresentate sui grafici delle figure 1-8. Ogni grafico esamina due classi di terreno identificate con i colori rosso e blu. L'asse orizzontale del grafico indica il valore minimo di permeabilità e l'asse verticale indica il valore massimo. Ogni pallino del grafico corrisponde al campo di variabilità di un determinato tipo di terreno indicato da un determinato autore. Facendo ad esempio riferimento alla figura 2, il pallino blu all'incrocio fra 1E-10 e 1E-8 indica che uno fra gli autori citati ha individuato per il tipo di terreno GC il campo di variabilità: 1E-10 m/sec < k < 1E-8 m/sec.
Seguendo un procedimento inevitabilmente soggettivo tutti i dati raccolti sono stati pesati sulla base dell'affidabilità e facendo una media pesata dei valori è stato ottenuto il campo di variabilità di permeabilità per ogni tipologia di terreno. Questa informazione è riportata nei grafici sottostanti con il simbolo di triangolo.
Utilizzando questi valori di riferimento è stata ottenuta la figura 2 della scheda {valori orientativi del coefficiente di permeabilità}.
Nella figura per alcune classi di terreni è stata un po' ampliata la gamma di variabilità rispetto a quanto ottenuto dalla pura elaborazione dei dati bibliografici.
Il tipo di terreno PT, per il quale si disponeva di due sole valutazioni (fig. 8), non è stato riportato nel grafico di sintesi.

Grafici delle variazioni massime e minime di permeabilità per terreni classificati con il metodo USCS

Ogni grafico esamina due tipi di terreni, differenziati mediante i colori rosso e blu. La legenda è riportata alla base di ogni grafico.

Permeabilità terreni GW e GP

Fig 1 – terreni GW e GP

Permeabilità terreni GM e GC

Fig 2 – terreni GM e GC

Permeabilità terreni SW e SP

Fig 3 – terreni SW e SP

Permeabilità terreni SM e SC

Fig 4 – terreni SM e SC

Permeabilità terreni CL e CH

Fig 5 – terreni CL e CH

Permeabilità terreni ML e MH

Fig 6 – terreni ML e MH

Permeabilità terreni OL e OH

Fig 7 – terreni OL e OH

Permeabilità terreni PT

Fig 8 – terreni PT


Bibliografia della scheda

235: U.S. Department of the Interior - Bureau of Reclamation (1998): Earth Manual - Part 1 - Third Edition. United States Government Printing Office (Denver), pp 1-348

307: Aureli A. (1995): Calcolo dell'infiltrazione efficace nell'ambito della valutazione della vulnerabilità degli acquiferi. In: Quaderni di Geologia Applicata Vol.3, a cura di: Civita M., Paltrinieri N., Marchetti G.. Pitagora Editrice (Bologna), pp 221-232 - ISBN 88-371-0778-1

462: J. Patrick Powers (1992): Construction dewatering: new methods and applications. John Wiley and Sons, pp 1-492 - ISBN 0471601853

468: Burt Look (2007): Handbook of geotechnical investigation and design tables. Routledge, pp 1-331 - ISBN 0415430380

481: Chang-Yu Ou (2006): Deep excavation: theory and practice. Taylor & Francis, pp 1-532 - ISBN 0415403308, 97804

504: EPA (1998): Preparing nomigration demonstrations for municipal solid waste disposal facilities a screening tool. Diane Publishing - ISBN 142890283X