Velocità di filtrazione di acque nere nel sottosuolo

Discussioni su problemi teorici e pratici di idrogeologia. Sfruttamento e gestione dell'acqua. Professione e didattica universitaria. Acqua e ambiente.

Velocità di filtrazione di acque nere nel sottosuolo

Messaggioda Antonio Maselli » 12/10/2015, 8:59

Buongiorno a tutti :)
E' la prima volta che intervengo in questo forum non essendo molto competente di idrogeologia e di acque sotterranee
Il mio fabbricato, prospiciente su pubblica strada, è allacciato a una rete di pubblica fognatura interrata nella stessa strada
Si verifica, da più di 30 anni, durante le precipitazioni meteoriche, a causa dell'immissione dell'acqua delle piogge nella pubblica rete di fogna nera, l'entrata in pressione della stessa con la fuoriuscita dei liquami sia dai pozzetti di ispezione che dal pozzetto di allaccio della mia abitazione alla pubblica rete.
Già ho potuto osservare che in questi 30 anni le acque nere in pressione, dal pozzetto di allaccio privato alla pubblica rete, avevano determinato un piccolo cuniculo con l'allagamento della mia cantinola
Ho provveduto ad eliminare questo cuniculo formatosi nel tempo, in modo che le acque dal pozzetto privato possano non interessare la mia cantina.
Quindi ogni evento meteorico intenso determina, oggi come oggi, l'entrata in pressione della condotta limitrofa alla mia abitazione, la fuoriuscita di liquami dal pozzetto privato di allaccio alla pubblica rete
Ripeto che dal predetto pozzetto in 30 anni le acque avevano creato un cuniculo che ora ho chiuso
Devo iniziare un contenzioso con il proprietario della rete fognante che è il Comune.
Vorrei correlare il danno che ho avuto nel sistema di fondazioni del mio fabbricato con le acque che per 30 anni hanno interessato le fondazioni tramite il cuniculo che ora ho chiuso e che possono oggi, anche in maniera occulta, interessare le stesse fondazioni a causa di eventuali perdite che io non posso vedere e che possono esserci tra gli innesti delle tubazioni anche perché nella cantinola vedo macchie d'umidità provenienti dal corpo stradale in cui è ubicata la tubazione di fogna nera.
Vorrei da voi un aiuto nella mia considerazione di idraulica delle acque filtranti
Siccome la condotta nera, in pressione fa fuoriuscire le acque per circa 50 cm dal livello stradale, considerando la profondità della rete nera, posso affermare che le acque fuoriescono dalla stessa rete con una pressione di 2.5 - 3 m di colonna d'acqua (0.3 atmosfere).
Miro a dimostrare che la velocità di filtrazione delle acque nere nel sottosuolo, in funzione del tempo di durata della sovra pressione, va a interessare un tratto di spazio nel quale sono ubicate le fondazioni.
Passiamo al discorso matematico per il quale vi chiedo una mano.
Dal volume I parte 2° del libro di Idraulica del prof Giulio De Marchi, capitolo V MOTO DELLE ACQUE FILTRANTI (ACQUE SOTTERRANEE), ho che la velocità di filtrazione V = f x J dove f è la permeabilità del mezzo rispetto al liquido che si considera e J è la cadente piezometrica.
La tabella riportata nello stesso capitolo, fornita dallo Slichter, per mezzi costituiti da granelli di differente dimensione ma dotati tutti della stessa porosità P0=32% e per la temperatura di 10°C, comporta per la sabbia grossa o ghiaietto con una permeabilità di 0.732 cm/sec, una velocità dell'acqua per J = 1 di 2.3 cm/sec.
La predetta velocità dell'acqua, lo Slichter la eguaglia alla velocità di filtrazione diviso la porosità infatti 0.732/0.32 = 2.3 cm/sec.
Son partito da questo dato del De Marchi e ho fatto le seguenti considerazioni.
Il carico idraulico dove possono aversi le perdite, è di circa 3 m (0.3 atmosfere).
Quindi i predetti dati li ragguaglio al caso specifico ossia:
- la velocità dell'acqua per J=1 m, che per lo Slichter è 2.3, nel mio caso dovrebbe essere 2.3 x 3 = 6.9 cm/sec.
Considerando l'evento meteorico di 15 minuti = 15x 60 secondi = 900 secondi, ho che in questo tempo l'acqua a percorso uno spazio pari a 6.9 x 900 = 6210 cm = 62.10 m
Quindi dedurrei che le fondazioni, poichè si trovano in uno spazio di circa 20 m dalla fogna nera, sono in gran parte interessate
Vorrei gentilmente, data la mia non dimestichezza sulle acque filtranti, un vostro controllo ed anche eventuale rettifica di quanto avrei detto

Vi ringrazio e vi saluto
Antonio Maselli
Antonio Maselli
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 12/10/2015, 8:25

Torna a Idrogeologia e acque sotterranee

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti