modflow

Discussione sull'impostazione di modelli di filtrazione, sull'utilizzo del codice di calcolo Modflow e delle interfacce ModelMuse e Groundwater Vistas

Re: modflow

Messaggioda elena » 22/07/2011, 16:13

grazie mille!
ora sto facendo le condizioni al contorno:
ho 5 layer a diversa permeabilità, la condizione river la devo copiare su tutti, cambiando in ognuno la permeabilità?
saluti
elena
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 26/06/2011, 18:23

Condizione river

Messaggioda bernagozzi » 26/07/2011, 20:13

La condizione "river" viene usata in un modello Modflow per simulare un corso d'acqua. Di solito quindi, questa condizione viene associata unicamente al livello superiore. Ovviamente tutto dipende da come è stato impostato il modello e dalle quote del top e bottom dei vari layer. Immaginando la condizione più comune e cioè che il fiume che stai simulando non sia eccessivamente incassato nella topografia e che il tuo layer superiore sia più profondo dell'alveo del fiume, la condizione river va associata unicamente al layer superiore e non agli altri.
Saluti.
Dott. Geol. G. Bernagozzi
Consulenze Idrogeologiche
http://www.bernagozzi.net
Avatar utente
bernagozzi
Amministratore
 
Messaggi: 289
Iscritto il: 31/05/2010, 8:35

Re: modflow

Messaggioda elena » 26/08/2011, 8:56

buongiorno,
grazie per la risposta.
ora il mio modello è finito, ho 5 layer un dominio chiuso caratterizzato da condizioni al contorno, il datasets mi da zero errori e il sistema converge con pochissime iterazioni solo che non riesco a far comparire le linee del carico idraulico, ho guardato sulle opzioni del plot, ma credo sia un problema che dipenda dal fatto che non mi prende i dati, perchè cambiandoli i numeri che vedo nella finestra di RUN MODFLOW sono sempre gli stessi.
saluti
elena
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 26/06/2011, 18:23

Re: modflow

Messaggioda bernagozzi » 29/08/2011, 17:00

Puoi provare a fare questo tentativo.
seleziona Plot -> what to display

e nella finestra di dialogo spunta la voce "display color flood of head

display-color-flood.jpg
Modflow color flood of head


Se il modello si "colora", vuole dire che i dati sono stati correttamente acquisiti. I colori infatti identificano le aree ad uguale carico idraulico e in pratica sono un altro modo di visualizzare le equipotenziali (con bande di colore invece che con isolinee)

Per fare visualizzare le isolinee puoi provare a modificare i parametri nella finestra di dialogo Plot -> contour -> parameters (plan)

contour-plan.jpg
Modflow plot contours plan


In questa finestra puoi provare a modificare le voci minimum e maximum level e interval (massimo e minimo carico idraulico e intervallo di tracciamento delle isolinee)

Minimum-maximum-level.jpg
regolazione tracciamento isolinee Modflow



In teoria dovrebbe funzionare. A volte però ho avuto dei problemi e ho dovuto fare altri tentativi per riuscire a visualizzare le isolinee.
Se riesci bene, altrimenti magari scrivi un altro post e vediamo come risolvere il problema.

Saluti!
Dott. Geol. G. Bernagozzi
Consulenze Idrogeologiche
http://www.bernagozzi.net
Avatar utente
bernagozzi
Amministratore
 
Messaggi: 289
Iscritto il: 31/05/2010, 8:35

Re: modflow

Messaggioda elena » 29/08/2011, 17:19

grazie mille!
le isolinee ero riuscita a farle venire fuori, la soluzione comunque è sbagliata perchè mi viene un carico dell'ordine di 10^4 invece di 10^2.
ho provato a modificare un po' tutto ma mi sembra che la soluzione rimanga sempre la stessa, come se non prendesse i dati che gli do.
ho impostato inoltre una tolleranza dell'errore della soluzione di 0.0005 ( su solver option) e nonostante questi risultati assurdi converge, come è possibile?
saluti!
elena
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 26/06/2011, 18:23

Re: modflow

Messaggioda bernagozzi » 30/08/2011, 16:17

Un errore del genere sul carico idraulico è possibile che sia dato da una condizione al contorno impostata male, però dovrebbe essere possibile accorgersene abbastanza facilmente.

Puoi provare a fare questi tentativi:

1) se hai usato delle condizioni al contorno tipo costant head prova a verificare i valori in corrispondenza di queste condizioni (magari l'errore è li);

2) se hai usato una ricarica verticale da pioggia prova a verificare i valori di ricarica o i valori di permeabilità delle formazioni.

Una differenza da 10^4 a 10^2 probabilmente è data da una condizione impostata male con un errore di uno o più ordini di grandezza. La cosa può ad esempio capitare se si immette una permeabilità espressa in cm/sec in un modello in cui i tempi sono espressi in secondi ma le lunghezze sono espresse in metri. Si può trattare quindi di un errore di unità di misura. In questo caso il modello può anche convergere, però ovviamente è errato.
In linea di massima eviterei di modificare i parametri nel solver option. Sono impostati di default su valori ottimali e, a meno di condizioni molto particolari, possono essere lasciati invariati.
Io mi concentrerei sull'esame dei dati di input del modello. Probabilmente l'errore risiede li.
Saluti!!
Dott. Geol. G. Bernagozzi
Consulenze Idrogeologiche
http://www.bernagozzi.net
Avatar utente
bernagozzi
Amministratore
 
Messaggi: 289
Iscritto il: 31/05/2010, 8:35

Re: modflow

Messaggioda elena » 07/09/2011, 7:42

buongiorno, credo che queste siano le ultime domande:-)
ho finito l'analisi,
ora devo commentare quello che mi è venuto.
ho parlato in pratica solamente della piezometrica risultante, del bilancio di massa e della calibrazione che sembra buona presa dal "plot, calibration, statistic plot".
ho dimenticato qualcosa?
cordiali saluti!
elena
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 26/06/2011, 18:23

Re: modflow

Messaggioda bernagozzi » 07/09/2011, 9:35

In linea di massima un documento (relazione tecnica o tesi) a corredo di un modello idrogeologico è strutturato così.

- Descrizione del problema (cosa si sta affrontando e perchè è stato deciso di scegliere l'apporccio modellistico).

- Descrizione del contesto idrogeologico in cui il problema è inserito (caratteristiche geologiche e idrogeologiche dell'area)

- Descrizione dei dati di base (prove di permeabilità, rilievi piezometrici, dati climatici, ecc.. che ti sono serviti per impostare il tuo modello Modflow).

- Descrizione del modello (cioè spiegazione delle condizioni al contorno utilizzate, della griglia scelta, della suddivisione in layer, ecc, giustificando le varie scelte. Cioè ad esempio: visto la presenza di un corso d'acqua ho posto come condizione al contorno una condizione river..., visto i dati di pioggia ho considerato come ricarica ...mm/anno, ecc...).

- Descrizione dei risultati del modello (cioò che è emerso dal modello Modflow).

- Conclusioni (spiegazione sintetica dei risultati ottenuti nel corso del tuo studio).

Questo ovviamente è uno schema di massima che va calato sui singoli casi.

Saluti, e se stai facendo un lavoro di tesi esiste nel sito un'apposita sezione nella quale puoi caricare il pdf del tuo lavoro e/o la presentazione in power point.
Dott. Geol. G. Bernagozzi
Consulenze Idrogeologiche
http://www.bernagozzi.net
Avatar utente
bernagozzi
Amministratore
 
Messaggi: 289
Iscritto il: 31/05/2010, 8:35

Re: modflow

Messaggioda elena » 09/09/2011, 14:35

in realtà io cercavo un'indicazione precisa su quello che posso andare a cercare nel modello finito.
oltre al'andamento della piezometrica e alla direzione dei vettori velocità.
volevo sapere per esempio se ci sono funzioni che mi quantificano la portata di acqua presente nel mio sistema,
sa darmi qualche indicazione?
cordiali saluti
elena
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 26/06/2011, 18:23

Mass Ballance

Messaggioda bernagozzi » 10/09/2011, 7:37

Per avere una indicazione sulla portata in entrata e in uscita dalle varie condizioni presenti nel tuo modello puoi esaminare il mass ballance.

in questo post è spiegato come fare per verificare la portata in uscita da un dreno.

Nella stessa finestra, come puoi vedere dalla figura, oltre che le portate in entrata e in uscita dal dreno sono visibili le portate in entrata e in uscita dalle condizioni CH, dai River, dalla componente ricarica e evapotraspirazione e in generale da tutte le condizioni che hai imposto nel tuo modello.

Saluti!!
Dott. Geol. G. Bernagozzi
Consulenze Idrogeologiche
http://www.bernagozzi.net
Avatar utente
bernagozzi
Amministratore
 
Messaggi: 289
Iscritto il: 31/05/2010, 8:35

PrecedenteProssimo

Torna a Modflow, Groundwater Vistas e ModelMuse

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti