modflow: georeferenziazione della griglia

Discussione sull'impostazione di modelli di filtrazione, sull'utilizzo del codice di calcolo Modflow e delle interfacce ModelMuse e Groundwater Vistas

Re: modflow: georeferenziazione della griglia

Messaggioda bernagozzi » 23/06/2011, 6:44

Probabilmente ho capito male la domanda.
Nel post precedente ho indicato come si fa a sovrapporre alla griglia del modello l'immagine della topografia. Questa operazione non ha alcune influenza sui risultati della modellazione. Si tratta solamente di una immagine sovrapposta al modello che rende collocabile i risultati della modellazione nello spazio (cioè in pratica si sovrappongono le case, i fiumi, le strade, le isoipse, ecc... alle curve equipotenziali calcolate dal Modflow).
Diverso è creare gli spessori dei singoli layer, che mi sembra di capire sia il vostro problema.
Se il problema è questo, cioè creare gli spessori dei singoli layer, allora posso darvi qualche indicazione a riguardo
Fatemi sapere
Saluti!
Dott. Geol. G. Bernagozzi
Consulenze Idrogeologiche
http://www.bernagozzi.net
Avatar utente
bernagozzi
Amministratore
 
Messaggi: 280
Iscritto il: 31/05/2010, 8:35

Re: modflow: georeferenziazione della griglia

Messaggioda laura.acquati » 29/06/2011, 9:53

si mi sarebbe proprio di aiuto.
il problema è che ancora non sono riuscita a importare la superficie topografica e quindi ho ancora un solo layer.
le dico cosa ho fatto:
avevo un carta topografica in dwg, e ad ogni isoipsa ho associato un valore di z, poi dato che gwv prende in ingresso file shp ho usato un convertitore che ho trovato in internet, ma ancora non sono riuscita.
potrebbe essere possibile che nella conversione io perda i dati?
come posso fare?
laura.acquati
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 01/06/2011, 11:00

Settaggio della quota del top e bottom dei layer

Messaggioda bernagozzi » 30/06/2011, 9:22

Per definire la quota del bottom e del top dei layer del modello esistono vari metodi. Personalmente ho sempre usato solamente l'importazione di file txt e l'importazione di file surfer mentre non ho mai usato l'importazione di shape.
In generale comunque occorre definire il top del layer superiore (che è la superficie topografica) e il bttom di tutti i layer, compreso del layer superiore. Il bottom del layer inferiore rappresenta la base del modello. Quindi, se hai un modello con un layer devi definire il top e il bottom di questo layer, mentre se hai un modello con 3 layer devi definire il top del primo layer e il bottom del primo, del secondo e del terzo layer.
In fase di calcolo, se non si modificano le impostazioni di default, il programma assume che il top di un determinato layer coincida con il bottom del layer superiore e quindi, definendo i bottom, vengono anche automaticamente definiti i top.
Non è strettamente necessario definire tutti i bottom. Se ad esempio realizzi un modello ad un layer ed assumi che la base del modello sia orizzontale allora è sufficiente definire il top del layer e definire il bottom direttamente usando le impostazioni iniziali. Questo ovviamente dipende da modello a modello e va calato sui singoli casi.
Da un punto di vista operativo le operazioni per la definizione del top e del bottom di un layer sono uguali. Di seguito ti indico i passaggi per l'importazione di file di testo e di file surfer.

Uso di un file di testo
Il file di testo è un file del tipo x, y, z dove x e y rappresentano le coordinate di una serie di punti quotati e z rappresentano le quote dei punti.
Per definire il top del layer 1 occorre posizionarsi con il cubo di navigazione sul layer 1

settaggio-top-modello-modflow.jpg
settaggio top layer 1


e spuntare la voce "top elevation" (se si voleva definire il borrom del layer 2 occorreva individuare nel cubo il layer 2 e selezionate bottom elevation)
Poi occorre selezionare la voce xyz

utilizzo-file-testo-modflow-top-elevation.jpg
selezione file testo


e a questo punto si apre questa finestra di dialogo.

finestra-dialogo-xyz.jpg
finestra dialogo


dopo aver selezionato il file indicare in quali colonne sono contenuti i valori di x, y e z (se il file è già in formato x, y, z) lasciare i valori di default, se fosse nel formato z, x, y, allora vicino a z andrà segnato 1, vicino a x andrà segnato 2 e vicino a y andrà segnato 3).
Se in testa al file ci sono delle rige di commento, indicare il numero di queste righe alla voce No of line to skip at top of file
Se i dati x e y sono riferite alle coordinate del sito (caso più comune) spuntare la casella "file contains site coordinate".
A questo punto premendo ok il top del layer 1 viene creato sulla base dell'interpolazione dei valori contenuti nel file.

Uso di un file surfer

Se si vuole usare un file surfer selezionare "surfer"

surfer-top-layer.jpg
surfer


si apre la seguente finestra di dialogo

finestra-dialogo-surfer.jpg
finestra dialogo surfer


Individuare il file surfer e, se il file è in site coordinate (caso più comune) spuntare la relativa casella

premendo ok il top del layer 1 si modellerà secondo il file surfer selezionato.

Queste operazioni possono essere ripetute per i bottom degli altri layer in modo analogo

saluti!
Dott. Geol. G. Bernagozzi
Consulenze Idrogeologiche
http://www.bernagozzi.net
Avatar utente
bernagozzi
Amministratore
 
Messaggi: 280
Iscritto il: 31/05/2010, 8:35

Re: modflow: georeferenziazione della griglia

Messaggioda laura.acquati » 30/06/2011, 10:16

grazie mille,
però il mio problema è proprio nel trovare il file txt.
le quote le ho inserite io una ad una su autocad ma ora non riesco creare un file che venga accettato da gwv.
laura.acquati
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 01/06/2011, 11:00

Estrazione coordinate da Autocad

Messaggioda bernagozzi » 06/07/2011, 8:29

Premetto che non sono un esperto di Autocad, quindi probabilmente esistono metodi anche automatici per l'estrazione delle coordinate.
Nella peggiore delle ipotesi puoi sempre posizionarti con il cursore sui tuoi punti e crearti a mano un file di coordinate x, y, z da importare nel tuo modello. Considera infatti che, anche se la ricostruzione della superficie topografica non è perfetta, gli errori che si vengono a determinare sono di solito abbastanza ridotti e comunque molto inferiori a quelli dovuti alle incertezze proprie di tutti i modelli (distribuzione dei valori di permeabilità in primo luogo).
Quindi, se non riesci in altro modo, puoi prelevare un po' di punti quotati in modo manuale e usare questi punti per definire, anche in modo un po' approssimativo, la topografia della tua area.
saluti!
Dott. Geol. G. Bernagozzi
Consulenze Idrogeologiche
http://www.bernagozzi.net
Avatar utente
bernagozzi
Amministratore
 
Messaggi: 280
Iscritto il: 31/05/2010, 8:35

Precedente

Torna a Modflow, Groundwater Vistas e ModelMuse

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti