Modflow ed modellazione Isola

Discussione sull'impostazione di modelli di filtrazione, sull'utilizzo del codice di calcolo Modflow e delle interfacce ModelMuse e Groundwater Vistas

Re: Modflow ed modellazione Isola

Messaggioda bernagozzi » 15/02/2012, 11:23

Secondo me la GHB dovrebbe essere usata per definire una condizione al contorno esterna al modello, cioè, appunto, un carico idraulico di riferimento per l'area di modellazione che non ha una definizione precisa all'interno della griglia del modello. Cioè ad esempio:
Se si realizza un modello vicino ad un lago ma l'area della modellazione, cioè il pratica la griglia del modello Modflow, non arriva a toccare il lago, non è possibile inserire un CHB in quanto il lago, che appunto dovrebbe essere una CHB, è esterno alla griglia. In questo caso si usa la GHB, che consente di definire un carico idraulico di riferimento (la quota dell'acqua nel lago) e una conductance, funzione delle caratteristiche idrogeologiche dei terreni presenti fra il lago e la griglia del modello.
Nel tuo caso però la condizione al contorno, cioè il mare, è interna al modello, cioè esistono nel modello delle celle "mare". Quindi vedo un po' complesso l'uso di una condizione GHB in quanto non so come potresti definire la conductance.
La mia perplessità di fondo sull'uso di una condizione GHB è appunto questa: la condizione va bene se deve fare entrare nel modello l'effetto di un carico costante che è esterno al modello ma che non può essere ignorato (il lago a 100 meri dal modello che è esterno alla griglia ma non si può fare finta che non esista). Se devi simulare qualcosa che è interno al modello non saprei in pratica come usarla.
Dott. Geol. G. Bernagozzi
Consulenze Idrogeologiche
http://www.bernagozzi.net
Avatar utente
bernagozzi
Amministratore
 
Messaggi: 280
Iscritto il: 31/05/2010, 8:35

Precedente

Torna a Modflow, Groundwater Vistas e ModelMuse

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti