Che tipo di pozzo?

Discussioni su problemi teorici e pratici di idrogeologia. Sfruttamento e gestione dell'acqua. Professione e didattica universitaria. Acqua e ambiente.

Che tipo di pozzo?

Messaggioda stepizzo » 13/09/2011, 10:29

Dovrei far realizzare un pozzo per irrrigare il mio giardino (piu' di 600 mq).

Come dovrei farlo realizzare ?nel senso se l'acqua viene trovata subito (una persona a 200 mt da me l'acqua l'ha trovata a 12 mt) dovrei far scavare ancora piu' in profondita' per non correre il rischio di rimanere a secco per circa cinque mesi caldi l'anno?
stepizzo
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 13/09/2011, 10:25

Profondità pozzo

Messaggioda bernagozzi » 13/09/2011, 16:39

In linea di massima occorre sempre approfondirsi un po' rispetto alla quota falda.
I problemi infatti sono essenzialmente di due tipi.

Uno, che hai già posto tu, riguarda la naturale oscillazione della falda. In particolare nei mesi tardo estivi (agosto-settembre e anche ottobre, se è un ottobre poco piovoso) la falda tende ad abbassarsi e quindi un pozzo poco profondo potrebbe ascugarsi. Non so in che zona d'Italia ti trovi però in questo periodo, visto anche l'estate abbastanza calda e il settembre che almeno dalle mie parti è stato poco piovoso, la falda dovrebbe essere abbastanza depressa. Quindi se hai la possibilità di farlo, prova ad andare dal tuo vicino a misurare il livello del suo pozzo. Se il contesto geologico è omogeneo potrebbe essere un dato interessante anche per te.

L'altro problema, che prescinde da questo, deriva invece dal pompaggio. Nel momento in cui attivi la pompa il livello dell'acqua all'interno del tuo pozzo si abbassa ed è proprio questo abbassamento che genera il richiamo dell'acqua di falda. Per questa ragione se scavi un pozzo poco profondo nel momento in cui accendi la pompa rischi che il pozzo si asciughi.

In sintesi quindi, se la falda è a 12 metri da piano campagna sicuramente dovrai prevedere un pozzo più profondo di 12 metri. Il "quanto più profondo" dipende essenzialmente dalla portata che devi estrarre, dal coefficiente di permeabilità dei terreni attraversati dal pozzo e in generale dalle caratteristiche idrogeologiche dell'acquifero in cui il pozzo è inserito.

Il consiglio che ti posso dare è il seguente:
1) informati dai tuoi vicini se hanno un pozzo e se questo è misurabile (in pratica se c'è una piccola apertura anche di uno o due centimetri sufficiente per calare un sondino di un freatimetro);
2) vai da un geologo della tua zona e illustragli le tue necessità (quanta acqua ti serve, in quali periodi e per quali usi);
3) nel momento in cui verrà da te per il sopralluogo, invitalo a fare le misure di livello dai tuoi vicini, in modo che possa disporre di qualche dato di monitoraggio per ricostruire nel miglior modo possibile il contesto idrogeologico dell'area.
Saluti!!
Dott. Geol. G. Bernagozzi
Consulenze Idrogeologiche
http://www.bernagozzi.net
Avatar utente
bernagozzi
Amministratore
 
Messaggi: 289
Iscritto il: 31/05/2010, 8:35

Re: Che tipo di pozzo?

Messaggioda stepizzo » 14/09/2011, 7:52

Grazie per la risposta!

quindi diciamo se si trova l'acqua a una ventina di metri dovrei essere piu' tranquillo? inoltre la pressione sul mio impianto di irrigazione dipendera' dalla potenza della pompa immersa ?(lo chiedo perche' con quella potabile la pressione e' bassissima) .Un'altra cosa....ma dovro' installare per forza un serbatoio a monte per evitare che la pompa rimanga accesa per tutto il tempo di irrigazione?
stepizzo
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 13/09/2011, 10:25


Torna a Idrogeologia e acque sotterranee

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti